Login
or
Register

Illuminare il soggiorno

febbraio 19, 2016

Illuminare il soggiorno

Sticky
0

illuminazione soggiorno

In molti e molto spesso, mi chiedono come illuminare correttamente il soggiorno senza commettere errori, i quali si traducono poi nell’acquisto di lampade sbagliate, e che se non vengono sostituite (spendendo ulteriore denaro) rischiano di essere fortemente inadeguate ad una corretta, piacevole e funzionale illuminazione. Se anche tu sei in procinto di dover rinnovare l’illuminazione in soggiorno, o desideri renderla più adatta alle tue esigenze allora continua a leggere quello che sto per dirti.

C’è da dire che in questa sede, senza un’analisi personalizzata della situazione, posso solo fornirti delle indicazioni generali su cui farti riflettere, per prendere le decisioni corrette. Infatti sono molti i parametri da dover prendere in considerazione per poter fornire delle indicazioni universali, come ad esempio la grandezza della stanza e la sua composizione, la presenza di finestre e la loro dislocazione, il tipo, la quantità ed il colore dei mobili presenti, l’altezza dei soffitti ecc…

Tuttavia bisogna anche considerare che il soggiorno è una delle stanze forse più complesse per quanto riguarda l’illuminazione. Si usa chiamarlo anche “zona living” proprio perché è il luogo della casa dove si trascorre la maggior parte del proprio tempo durante la giornata, e dove si svolgono attività anche molto eterogenee per le quali è richiesta un’illuminazione completamente diversa.

In soggiorno infatti ci si accomoda sul divano per guardare la televisione, ascoltare musica o leggere un libro, ci si riunisce con gli amici o si consuma un pasto, si fanno giocare i bambini o ancora si possono svolgere attività di precisione o lavorare al computer. E’ necessario pensare di predisporre ed attrezzare molte zone, per altrettante attività, con esigenze di illuminazione diverse.

Una buona indicazione generale potrebbe essere quella di utilizzare diversi proiettori orientabili a soffitto ed accendibili a settori per creare una soluzione flessibile in base alle diverse necessità. Un’altra buona regola da seguire è quella di utilizzare delle piantane da collocare nei pressi del divano per guardare la televisione curando che non vi siano riflessi della luce sullo schermo. Per dare risalto a quadri o a particolari complementi d’arredo si possono utilizzare delle luci con un cono concentrato.

La zona pranzo deve essere illuminata con delle luci diffuse (quindi con un cono di luce ampio, ad esempio 120 gradi) pendenti dal soffitto per illuminare completamente ed in maniera omogenea tutta l’area della tavola per consentire a tutti i commensali una visione confortevole.

Oltre a queste semplici linee guida considera anche che l’utilizzo di applique a parete potrebbero essere maggiormente condizionanti per il futuro nel caso tu decida di cambiare l’arredamento o aggiungere degli altri mobili. Concludendo, rispetto al passato, utilizzando ora l’illuminazione LED, puoi anche scegliere la temperatura di colore delle tue luci. Sebbene come dico spesso, la scelta dell’uno o dell’altro tipo sia una questione di gusto piuttosto personale, mi sento in questo caso di darti ancora un paio di indicazioni. Genericamente in soggiorno la maggior parte delle persone preferisce utilizzare una luce calda perché conferisce all’ambiente una sensazione di maggior intimità rispetto a quella fredda. Tuttavia potresti decidere di utilizzare quest’ultima in caso tu abbia un arredamento spiccatamente moderno con una forte presenza di materiali come l’acciaio ed il vetro, per mettere maggiormente in risalto la loro lucentezza ed il design. Ricorda anche che la luce fredda offre una maggior definizione dei dettagli ed ha una più elevata resa luminosa, quindi potrebbe essere ottimale per svolgere attività ricreative, di precisione, o per la lettura, in modo da non affaticare la vista.

Spero di averti fornito dei consigli utili su cui ragionare. Ti invito anche a lasciarmi un tuo commento qui sotto sia per eventuali richieste sia anche per esprimere una tua opinione.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*